sabato 29 giugno 2013

Non ho un titolo, vi dispiace?

Oggi sono entrata in quella stanza ed ho avuto freddo.
Ho pensato che avessero freddo anche loro.

Poi è arrivata la biologa.
Non era la stessa che mi avevano detto si sarebbe occupata dei miei embrioni.
Non era la stessa che mi aveva chiamata al telefono e dolcemente mi aveva sussurrato il numero 3.

Questa biologa era fredda anche lei e leggendo la cartellina mi ha riferito i numeri.

9 inseminati.
4 fertilizzati.
2 classe B/andante C
2 molto lenti...aspettiamo se diventano blasto.

Io li ho amati subito i miei stonatelli.
Così imperfetti e piccoli, io già li adoro.

Me li hanno messi dentro.
Non mi hanno fatto alcuna raccomandazione.
Io non ho chiesto, ormai so tutto ed ho deciso che farò la mia solita vita evitando gli sforzi.

Mio marito mi tiene la mano sulla pancia, ma non dice nulla.

Loro sono già come noi.
Noi che a scuola eravamo sempre quelli che "potrebbero fare di più" ma ci guardavamo bene dal soddisfare le richieste esterne solo per essere riconosciuti perfetti dal sistema.

Noi siamo i "tipoli un po' schtranuli", quelli che non hanno la televisione, che non vanno a votare, a cui piace il silenzio, che il sabato sera si sta a casa e il lunedì si fa baldoria, quelli che fanno tremila cose e non si sa come definirci.

Noi non potevamo avere dei figli di classe A.

Noi siamo felici così e se dovessero andarsene, li capiremo..
perchè anche noi spesso andiamo nei luoghi e se non è sincronico con quello che sentiamo, ce ne andiamo.

Quindi ora piccoletti, io lo capisco che già siete contrariati che stavate lì con quella biologa che parlava solo di numeri e che portava freddo anche ai tropici...quindi fate come volete, se siete come noi, non ci sono santi, nè aspirinetta, nè progefik che tenga...
voi ve ne andrete se non vorrete.

Ma se vorrete...vi prometto che per nove mesi vi terrò al caldo e vi canterò canzoni e vostro padre appoggerà la testa sul panzone e voi ci sentirete innamorati...

Di tutto il resto dai, non ne parliamo
Di tutto il resto ne parliamo piano piano...

Buon soggiorno nel mio utero, per un po' questa sarà casa vostra.

venerdì 28 giugno 2013

Ho imparato la lezione.

Sono qui, immobile sul divano.

Le ovaie sono ancora doloranti. L'iperstimolo era importante.

Quindi riposo. Riposo in attesa.

In attesa che domani mi vengano trasferiti i miei ipotetici futuri figli.

E rifletto.

Ma quel che ne viene fuori è solo questo pensiero: è la prima Pma a cui mi sottopongo e sarà anche l'ultima.

Mi sono  sentita in imbarazzo in tutto questo percorso.

Sono stata in imbarazzo quando sono andata a colloquio con i medici e mi aspettavo che loro capissero.

Invece non mi hanno capita, hanno preso appunti.

Sono stata in imbarazzo quando cercavo i farmaci e mi hanno detto: lei signora questo lo paga...non ha mica il cancro alla prostata?
Come se la nostra sofferenza fosse un capriccio.

Mi son sentita fuori luogo tutte le mattine in ospedale a dover litigare, perchè non riuscivano a capire che avere il risultato del BetaEstradiolo in giornata era fondamentale, per la mia salute e per l'andamento della stimolazione.

Mi son sentita fuori luogo quando ero sola nei fine settimana, senza qualcuno da chiamare, e la pancia si gonfiava per l'iperstimolazione.

Mi son sentita fuori luogo Mercoledì, quando ho fatto il pick-up e nessuno mi conosceva e prima di me ce n'erano altre due di donne, con la stessa tristezza, con la stessa stanchezza, con la stessa speranza.
E nessuno le conosceva.

Ho provato imbarazzo, quando ho visto Lui in sala d'attesa con tutti gli altri uomini in attesa.
Ho provato imbarazzo quando mi ha raccontato che mentre a noi era riservato un bagno pulito, un letto, una colazione, stanze curate...lui è dovuto andare a concepire metà del nostro ipotetico figlio in un bagno sporco e piccolo.

In tutta questa percorso, l'amore era solo dentro di me.

Tutto il sistema mi è sembrato sbagliato.

Non c'ho visto nulla di romantico.

Solo matematica, solo scienza.

Domani andrò in clinica per il transfer. Chiederò  scusa ai nostri piccoli ovetti, perchè sono stati concepiti lì, da soli, al freddo, in mezzo a tanti sconosciuti. Li metterò dentro di me, spererò di recuperare l'amore che gli ho negato da mercoledì fino ad ieri... e se vorranno rimarranno.

Se non mi perdoneranno, potranno volare via.

Io non li tratterrò.

Ho imparato la lezione.

La Pma è una possibilità.

Ma non per me.


mercoledì 26 giugno 2013

Embrioni o Blastocisti?

Stamattina alle 9,30 mi hanno fatto il pick-up.
Risultato 15 ovociti prelevati. (Ditemi voi...son pochi? Perchè io me ne aspettavo di più!)

Mi hanno detto che, se tutto va bene, cioè se gli ovociti erano buoni e se vengono fecondati, vorrebbero trasferirli in sesta giornata, cioè quando saranno delle blastocisti.

All'inizio questa cosa mi ha resa serena...avevo sentito che le blastocisti son più facili da far attecchire all'endometrio...poi dopo essere tornata in Hotel, dopo aver dormito e dopo aver avuto una nausea pazzesca, ma normale credo, mi son messa alla ricerca di info.

Il Web racconta che ha senso trasferire blastocisti, solo se si sono fecondati 5 o più embrioni, perchè di questi ne riescono a sopravvivere pochi fino alla sesta giornata. Certo, saranno dei soldatini corazzati, ma se muoiono tutti? Non era meglio tentare nella pancia di mamma già piccoli piccoli? E soprattutto con la possibilità di congelamento degli altri?

Sono in paranoia totale.

lunedì 24 giugno 2013

Pick-Up...UP, UP, UP!

Ho appena fatto il Gonasi.

Mercoledì alle 9 pick-up.

Strizza da paura.

Mal di testa anche.

Speranza infinita.

La dott.ssa Algida mi ha avvertito pericolo iper-stimolazione.

Auguro una buonanotte a Tutte Voi: Petalo, Anna, Pikata, PItipum, Diarista, Dreaming, Nina, La Presuntuosa, Frida, Antonella, Apprendista, La princess S, Eva, Adelia, Teleta, Kiki..

Insomma a tutte voi che leggo, 
a tutte voi in cui mi specchio, 
a tutte voi che non mi fate sentire aliena, 
a tutte voi che già sapete, 
a tutte voi...a tutte voi che 
condividete e insieme a me formiamo 
un cerchio di solidarietà.


sabato 22 giugno 2013

Pronto soccorso e pensieri vari.

Sono da poco tornata dal pronto soccorso e non mi son fatta visitare...mentre ero lì sentivo che c'erano persone che ne avevano più bisogno di me e mi son resa conto che il pronto soccorso non era capace di gestire tutte le persone che erano arrivate.


Sono andata perchè ieri mi hanno abbassato la dose di gonalf, l'estradiolo era un po' troppo alto e oggi avevo una pancia abbastanza più gonfia di ieri, dolore alle ovaia e diarrea.
Avevo paura che fosse un'iperstimolazione... cioè.... ho ancora paura, ma in ogni caso, non avrei mai fatto in tempo ad evitare la dose giornaliera di gonal-f, perchè mi avrebbero chiamato dopo tanto tempo...
a quel punto ho pensato che se domani sto solo un pochino peggio ci torno, e giuro che non me ne vado!

Vi confesso che inizia a diventare difficile.
Mi è difficile tutto.
A cominciare dall'attesa snervante dei prelievi in ospedale che non so mai se riescono a darmi le risposte in tempo, per non parlare della dott.ssa che mi fa i monitoraggi...che mi guarda con la faccia grave quando vede la macchiolina nell'endometrio e mi dice che potrebbe essere un polipo e che con un polipo è difficile un'impianto, e poi la dott. Algida che chiamo per questi sospetti ma non si fa trovare e riesco solo a parlare con l'ostetrica...che pare lei possa parlare con sua maestà l'Algida e che riferisce che esclude il polipo visto che prima non ce l'avevo e che potrebbe essere una piaghetta (va bene, sarà!).

Mi è difficile parlare con FutMar e fargli capire come mi sento. Non sopporto nessuno, vorrei stare da sola con la mia pancia, i miei umori, le mie speranze, le mie illusioni, le mie fragilità. 
Non voglio più essere giudicata. 
Voglio essere capita. Anzi non voglio neanche essere capita, voglio poter fare a meno di tutti e stare sola.

mercoledì 19 giugno 2013

FOLLICOLI AFFOLLATI (6 giorno stimolazione, 1° Eco e dosaggio estradiolo)

Questa mattina sveglia alle h 6.45, alle h 7.45 mi sono iniettata la mia solita dose di Enantone e mi sono catapultata all'ospedale per fare il dosaggio ormonale.
Il reparto prelievi apre alle h 8.00.
Alle ore 8.05, c'erano già più di 100 persone che mi precedevano.
Mi son messa le mani ai capelli, perchè al telefono una dott.ssa del laboratorio analisi mi aveva raccomandato di fare in fretta, altrimenti i risultati del beta-estradiolo non sarebbero mai stati pronti in giornata.
Inoltre avrei anche rischiato di perdere l'appuntamento per l'ecografia previsto alle h 9.15.
Così, mi sono fatta coraggio.
Sono entrata in una porta dove c'era scritto VIETATO ENTRARE grande come una casa ed ho cercato il primo camice bianco a cui chiedere.

-Mi scusi dovrei urgentemente fare il prelievo, perchè ho parlato con il laboratorio analisi e mi hanno detto di fare il prima possibile altrimenti non mi danno i risultati in giornata...-

-Signora mi scusi, ma i risultati in giornata sono impossibili!-
(ovviamente immaginatevi un tono stizzito ed altezzoso)

-Cosa? No, a me servono in giornata...sono in cura presso un centro infertilità, prendo degli ormoni e la terapia va adattata in base ai livelli di estradiolo.-

-Signorina, ma non possiamo assicurarle niente...QUI A VOLTE VA VIA LA LUCE e non riusciamo a dare i referti in giornata!-

-Cosa????!!!!!!-

-Comunque si accomodi fuori la chiamo io.-
Dopo qualche minuto mi hanno chiamato, sono entrata dentro ho porto il braccio, hanno preso un po' di fluido rosso e mi hanno congedata.

prima di uscire però ho chiesto crucciata:

- A che ora posso venire a ritirare i referti delle analisi? -

- Domani!-

- Nooooo, ma allora non avete capito...io devo mandarli al centro OGGI.-

-Signora non dipende da noi, DEVE accettarlo...A VOLTE VA VIA LA LUCE!!!!!!-


Insomma per non farla lunga...sono andata via da lì, sbraitando ma decisa  a non rassegnarmi.

Ormai erano quasi le 9 e mi sono diretta dalla Dott.ssa dove farò tutte le ecografia. La dott.ssa lavora nella clinica privata per la procreazione assistita della mia città e quindi in un certo qual modo mi sento ben assistita.

Del monitoraggio fatto al sesto giorno di stimolazione non so se essere serena oppure no.

Le ovaie sono già molto ingrossate e sembra stiano per unirsi.

Nell'ovaio destro ho un follicolo da 10.5, tre follicoli da 9.5, uno da 8, uno da 7 e numerosi follicoli da 6mm.

Nell'ovaio sinistro ho due follicoli da 9.5, uno da 9, uno da 8, due da 7.5, uno da 6.5 e numerosi follicoli da 6mm.

Il fibroma che avevo una settimana fa è ingrossato un pochino ma essendo esterno non dovrebbe darmi problemi.




L'endometrio è di 7,7 mm ma la dottoressa ha visto una piccola macchiolina bianca , lei ha ipotizzato che potrebbe essere il ciclo da cui forse non mi sono ancora ripulita per bene o un polipetto. La seconda ipotesi mi preoccupa un po' perchè mai nessuno l'aveva visto e soprattutto la Dottoressa mi ha chiesto perchè il centro non mi ha fatto fare una isteroscopia per vedere se l'endometrio è idoneo ad accogliere un feto.
A questa domanda sinceramente non so rispondere.
Inoltre mi ha chiesto come mai non mi hanno fatto fare una mammografia, infatti mi ha spiegato che con la stimolazione ormonale se avessi avuto dei noduletti avrebbero potuto ingrandirsi e sarebbe stato un bene tenerli sotto controllo.

Tutte queste cose mi mettono un po' in agitazione, anche perchè mi ha anche detto che devo stare attenta perchè sono abbastanza a rischio di iperstimolazione avendo prodotto così tanti follicoli.

Comunque, una volta a casa, ho chiamato di nuovo il laboratorio analisi spiegando per l'ennesima volta che i risultati dell'estradiolo pregiudicano la terapia dei giorni successivi e che quindi dovevo averli in giornata, così dopo essersi consultata con qualcuno, la vocina al telefono mi ha dato un orario: le 14!!
ALLELUJA!

Quindi alle 14 spaccate ero lì.
Beta-estradiolo 212.

Io ancora non ci capisco nulla, mi sembra un valore un po' basso per tutti i follicoli che ho prodotto.
Voi che dite? Sapete illuminarmi?

Ora attendo con ansia il responso del centro, speriamo che tutto vada per il meglio!

sabato 15 giugno 2013

Toffee, dolce come una caramella!

Dopo aver creduto di essere incinta, e dopo averlo creduto nonostante tre test negativi, sono andata a fare le beta che ovviamente erano negative. Ho tentennato nel credere che anche quello non fosse un risultato veritiero, ma poi mi sono rassegnata .... e le mestruazioni son subito tornate.
Ieri sera ho fatto la prima tragica puntura di Gonal-f. 
Tragica perchè ha un ago molto più spesso rispetto a quello della siringa dell'Enantone. Ho pianto mezz'ora prima di farmi coraggio ed iniettare.
Forse un po' gli ormoni iniziano a fare il loro effetto, perchè da stamattina ho un mal di testa allucinante e mi sento senza forze, mi vien da piangere per tutto.
La mia dolce ancora di salvezza si chiama Toffee, una simpatica ma un po' spocchiosetta barboncina, che a volte mi viene a trovare quando i sui genitori (una simpatica coppia di mezza età, che non ha avuto figli) decidono di farsi un bel viaggetto.




Grazie a Lei questa mattina mi sono vestita sportiva ed ho fatto, in sua dolcissima compagnia, una passeggiatina di ben 1 ora e mezza! Abbiamo girato a zonzo tutto il parco della Villa Comunale, abbiamo scoperto stradine nuove e mai annusate, abbiamo visto nuovi cagnolini, abbiamo ringhiato a quasi tutti perchè volevamo stare da sole, abbiamo sudato e siamo tornate a casa stremate.
Io adoro questa cagnolina, la sento in sintonia perfetta con me: sia ieri sera che questa sera, quando mi son fatta il Gonal piangeva, come per dire...dai non te lo fare, lo so che non te lo vuoi fare!


Chissà cosa pensa, chissà se lo sente che sono diversa dall'ultima volta che siamo state insieme, chissà se percepisce la mia ansia, i miei mille pensieri, la mia tristezza...

Però la vedo più appiccicosa delle altre volte e questo mi fa pensare che lei sa che ho bisogno di Lei, e della sua dolcezza.,
Oggi poi, un vecchietto mai visto mi ha fermato e mi ha detto: Signorì le bestie sono meglio degli uomini e gli uomini peggio delle bestie!
Come dargli torto?

Mercoledì farò la prima eco, se tutto va bene il pick up è previsto per fine mese.

Ho paura, vorrei portare con me Toffee.

Vi regalo questo video...che è riuscito a strapparmi un sorriso.




domenica 9 giugno 2013

Aggiornamento FAST, SUPER FAST!

Il mio mare - Foto presa dal web


Buongiorno ragazze, dopo l'annuncio di Pikata...stamattina mi sento come in un sogno. Sì perchè, un positivo, non è un positivo solo per Lei, ma è per tutte noi, che ci crediamo, che ci speriamo, che sognamo. Io sono troppo felice per lei e per noi, perchè vuol dire che, va bene sì soffriamo, ma per un figlio che non è solo un'illusione, ma che puo' arrivare veramente!!

Voi non capite, anzi, sì che scema che sono, VOI lo capite, quanta forza riesce a darmi leggervi e sentirmi parte di un gruppo!
Per questo vi ringrazio, vi ringrazio tutte!!
Ed ora me ne vo un po' al mare con il mio FutMar...ad aspettare che mi torni il ciclo, finalmente.

Ah, vi aggiorno...ieri sera ho fatto uno sticchetto di LH, quelli per vedere l'ovulazione. Essenso LH soppresso dall'Enantone, sarebbe dovuto rimanere solo il BHCG. Ma non ce n'era neanche un po', neanche una linea super invisibile...quindi oggi faccio la danza del ciclo per farle tornare il prima possibile e il prima possibile iniziare il Gonal F.

BUONA DOMENICA!

venerdì 7 giugno 2013

VUOI UN FIGLIO? FATTI UNA LOBOTOMIA!!

Due giorni di ritardo e mi sono letta tutti i casi on-line di donne che, con l'Enantone, aspettando il ciclo, scoprono di essere incintissime!

Povera a me, ditemi come devo sopravvivere alla speranza cieca! 

Quella che al primo dubbio ti attanaglia il cuore, ti ruba l'attenzione dalla realtà, quella che ti fa perdere il lume della ragione.
Due giorni di ritardo, niente spotting. 


NIENTE SPOTTING, capito? 



Non so se vi rendete conto, ma per me lo spotting è la fine di ogni illusione (anche se in passato, da novellina, mi sono illusa anche con quello), perchè precede puntualmente di qualche giorno, il mio ciclo.

Niente spotting ma tanti dolori!

Stamattina ho avvertito il centro, e visto che Lunedì saranno 14 giorni che faccio l' Enantone mi hanno consigliato di fare un test di gravidanza!!!

A ME!!!!!  A NOI!!!

Alla gentile vocina che stava dall'altra parte della cornetta ho chiesto: MA PERCHè PUO' SUCCEDERE???

"Signora non è che puo' succedere...è che tante volte le coppie all'inizio di una PMA si affidano,(???) ci pensano meno e riescono"




E NO CACCHIO, PURE VOI DEL CENTRO VI CI METTETE????


MA SE LO DICEVATE PRIMA CHE PER AVERE UN FIGLIO DEVO PENSARCI DI MENO...
 MI SAREI FATTA UNA LOBOTOMIA!!!


NUOVA TECNICA DI PMA

lunedì 3 giugno 2013

Una vita avventurosa...ma poi?

Mercoledì mattina io e FutMar siamo andati in comune a prendere il nullaosta per sposarci.
Alla fine non vi ho aggiornato...ma ci sposeremo qui:

Al ritorno, decidiamo di fermarci in un bar per fare colazione. Apriamo un giornale offerto gentilmente alla clientela del bar e leggiamo l'oroscopo di FutMar. Riassumendo: l'oroscopo avvertiva FutMar che di lì a breve avrebbe ricevuto una notizia scioccante!
Torniamo a casa ridendo e scherzando su quanto letto e cerchiamo in ogni fatto della giornata quella cosa che ci avrebbe scioccato...

La sera decidiamo di uscire con i nostri amici ...ma prima di uscire FutMar apre la posta elettronica come di consueto, e mentre lui era impegnato a vedere chi fosse un certo Tal Dei Tali che gli aveva scritto, noto che fra i messaggi ricevuti c'è anche quello inviato da una famosissima Psicoanalista Junghiana Americana che, solo nei sogni, immaginavamo di  poter incontrare.
Così inizio a balbettare il suo nome, credendo di leggere male... Quando FutMar si accorge di quello che stavo farfugliando, apre la mail e leggiamo stupiti che la nota Psicoanalista si trova in Europa, precisamente Svizzera, ed acconsente ad incontrarci per un'intervista!
Io ho iniziato ad urlare per la gioia e FutMar rideva e diceva QUESTO è SCIOCCANTE-QUESTO è SCIOCCANTE!
Fatto sta, che quella sera, siamo usciti con i nostri amici..ma avevamo la testa fra le nuvole...felici ed emozionati.

Il giorno dopo, mi sono svegliata presto..ho fatto la solita dose di Enantone, ci siamo messi al lavoro e in un paio d'ore le domande della nostra intervista erano state scritte.
Abbiamo preparato le valigie e siamo partiti direzione SVIZZERA!

Per un po' ho dimenticato tutto, ho dimenticato della PMA, ho dimenticato il chiodo fisso, le ansie, le paure... allora ho pensato:

ma se avessi una vita più avventurosa, una vita sempre in viaggio, una vita piena di soddisfazioni lavorative, vorrei lo stesso un figlio,  lo vorrei con questa stessa tenacia?

Non so rispondere.

Perchè purtroppo, questa è la vita che mi è stata destinata.
Io sono questa e non un'altra.
Io sono quella che quando è tornata dalla Svizzera, ha ricominciato di nuovo ad aver paura, sono quella che dalla mattina alla sera pensa e se quella cosa non andrà e se l'altra va storto?

Vorrei spegnere il cervello, essere impegnata e infuocata da qualche altro archetipo, che non sia quello della madre.


ESISTE UNA VITA FELICE SENZA FIGLI?



Eppure "Io voglio solo figli, voglio solo figli"


Svizzera-Ascona-Locarno-Lugano